PROGETTO – Giornalismo interculturale di quartiere: la proposta dei laboratori permanenti

Conoscere per informare

Le attività dei laboratori permanenti si sviluppano intorno ai processi di accoglienza sul territorio come all’attualità dei nuovi cittadini, soprattutto in età giovanile.

L’intento del progetto è quello di “conoscere per informare”, trasformando il giovane reporter che va incontro alle storie, in operatore informale con gruppi dei pari.

Il Mobile Journalisme

Verranno messi a frutto tutti quegli elementi che quotidianamente fanno parte del corredo generazionale: scrivere 2000/2500 battute direttamente sullo smartphone, montare un video direttamente sul cellulare, mentre si è nel luogo del girato, è una cosa che per la generazione che va dai 17 anni in su può essere naturale. Senza che i ragazzi se ne rendano conto, sono fisiologicamente preparati alla nuova tendenza del giornalismo contemporaneo: il “Mobile Journalisme”.

Predisposizioni e competenze

Se la necessità di un laboratorio di giornalismo per giovani è quella di individuare ragazzi che abbiano abilità e predisposizioni per poter sviluppare competenze basiche verso la scrittura e il montaggio video, questa esigenza non si pone nei confronti delle riprese, poiché è un’azione sistematica della loro quotidianità.

Le fonti

Il principale tema su cui intervenire è quello delle fonti on-line: cosa sono, come utilizzarle e come verificarle. E questo diventa di fondamentale importanza non solo per ciò che concerne la pratica giornalistica, ma soprattutto per la vita quotidiana: capire la credibilità di una informazione che circola sul web, per la loro generazione, è di vitale importanza…

La lettura della realtà

Il metodo di lavoro attivo prevede la creazione di un blog da aggiornare quotidianamente con articoli, schede, video e interviste, come in un gioco di specchi, dove la quotidianità della strada, della vita associativa, della scuola, dell’università, come anche della connessione con le cronache dei vari paesi d’origine, diventa luogo di acquisizione di tecniche e consapevolezze legate alla lettura della realtà.

Esperienza territoriale di riferimento

Il presente progetto nasce dalle esperienze laboratoriali di giornalismo interculturale, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, tra il 2018 e il 2019, all’interno del Servizio Protezioni Internazionali di Bologna.

GUARDA I BLOG E I CANALI

SCHEDA PROGETTO

Durata

In itinere

Gruppi

Gruppi di 12

Location

Centri di quartiere

Obiettivi

  • Affinare le abilità di base da acquisire.
  • Imparare le tecniche del Mobile Journalisme
  • Capacità di trasmettere le conoscenze acquisite.

Abilità di base

  • Interesse verso la scrittura.
  • Esperienze basiche di produzione (girato) e post-produzione (montaggio) video.
  • Competenze social media.
  • Capacità di trasferire l’atto del fotografare dalla dimensione privata alla dimensione pubblica.

Caratteristiche di base

  • Curiosità.
  • Dinamismo.

Alcune tematizzazioni programmate

  • L’accoglienza come diritto dei popoli: la Costituzione italiana e il Trattato di Ginevra del 1951.
  • L’accoglienza percepita: le cifre reali dei processi migratori.
  • Il sistema di protezione dei rifugiati: la storia e le procedure.
  • Rotte, frontiere e viaggi di fuga.
  • La mediazione interculturale e la Trans-cultura
  • Paesi in fuga”: Nigeria, Gambia, Pakistan.
  • L’altra accoglienza: chi sono i Minori Stranieri Non Accompagnati.
  • Storie di vita e integrazione.
  • Conoscere per informare.

Strumenti ed equipaggiamenti

  • Personal computer/tablet;
  • programma di montaggio, anche basico, degli smartphone di uso comune;
  • videocamera.

Punti nodali

  • Attivazione di un Blog.
  • Scrivere e impaginare un articolo on-line.
  • Definizione e individuazione dei Topic e delle Idee Centrali.
  • Affinare le tecniche di ripresa e montaggio.
  • Andare in video con gli Stand-Up.
  • Individuazione e trattazione delle fonti documentali.
  • Individuazione e trattazione delle immagini.
  • Studio sull’equilibrio e l’incrocio tra testi e immagini.
  • Come si fa una intervista.

Alcune funzioni laboratoriali basiche

Gestione web

  • Amministrazione blog.
  • Amministrazione canale YouTube.
  • Amministrazione Canale Istagram.

Gestione Archivi

  • Ricerca e archivio fotografico.
  • Ricerca e archivio play-list.

Gestione programmi

  • Montaggio video/foto.

Attività autoriali

  • Autore testi.
  • Autore riprese video.
  • Autore foto.